sabato 28 aprile 2012

Ingorgo creativo e dionea muscipula, drosera, fragole!

Ultimamente sono soprafatta da centinaia di idee creative: due collezioni di borse (l'una totalmente l'opposto dell'altra) in attesa di essere completate, una decina di pochette/astucci che devono ancora nascere, forme nuove da sperimentare con il cucito per capire se sono fattibili nella loro prestabilita funzione finale oppure no, diversi SAL in sospeso, ben tre cartamodelli Keyka Lou acquistati due settimane fa ancora da testare...insomma, esattamente come Francesca, non soffro del blocco creativo, bensì dell'ingorgo creativo!
Idee e progetti che attendono solo di essere realizzati: la stoffa c'è, la voglia in linea di massima pure ma il tempo non basta mai.
Mi prende lo sconforto per la mia presunta lentezza (lentezza che mi attribuisco da sola): fatto a mano e fatto con amore richiede decisamente molto tempo, specie se si è pignole e precise. Specie se si ha una macchina da cucire molto vecchia che a volte sbaglia i punti e bisogna starle dietro nello scucire e ricucire. Specie se si vogliono bei lavori e piace da matti ciò che si fa.
Insomma, si procede a rilento (pur creando almeno una borsa e/o almeno una creazione a settimana) e si accumulano progetti, idee ed esperimenti uno dietro l'altro.
Al contrario di Francesca, non trovo il mio "sgorgante" giusto, anche perchè credo che nel mio caso servirebbe solo più tempo...ma si sa, la giornata è di 24 ore. C'è poco da fare, se non portare pazienza e soddisfare poco per volta le varie tappe personali.


Detto questo, vi mostro le foto scattate domenica scorsa.
Per la ricorrenza del Giorno della Terra volevo scrivere un post sulle mie piantine, ma tra una cosa e l'altra, è trascorsa una settimana...ma ve le mostro ora e pure aggiornate!



Si tratta della pianta carnivora per eccellenza: la dionea muscipula.
Ho acquistato i semi in internet e leggendo la guida, mi son data da fare per trovare tutto il materiale richiesto, ossia: torba acida di sfagno (non l'ho trovata, ma va benissimo anche la torba bionda dato che è sufficiente che il terreno sia sotto i 5ph d'acidità), perlite (aiuta a far crescere più forti e più resistenti le radici e dunque la piantina stessa), acqua distillata (va bene quella per il ferro da stiro, l'importante è che sia demineralizzata) e tanti vasetti mini 8x8 di plastica.
Nelle mie ricerche, è capitato di beccare le piantine già pronte in vendita...come non cedere alla tentazione di vederle e averle già formate?!



Bene, ne ho acquistate due...peccato che stiano morendo!
Sia ben chiaro: stavano morendo già nel negozio (tanto che sono arrivate a casa mia già annerite) ma ero sicura, convinta e felice di poterle salvare seguendo le indicazioni giuste della guida.
L'altra notte, stufa di vederle deperire lentamente (vi dico solo che le loro trappole non scattano, non sono mai scattate), ho travasato una delle due nella torba con perlite e le ho tolto le foglie nere...speriamo si riprenda almeno lei! Non potevo e non mi son sentita d'aspettare che il terreno fosse pronto: l'angoscia che stiano morendo (e non per causa mia) è incalzante!


Intanto sto portando avanti il mio progetto iniziale: ossia piantare i semi da zero e farle crescere io.
Le indicazioni corrette dicono di sistemare la torba con 1/3 di perlite in un mini vasetto, mettere un sottovaso e innaffiare da sotto (quindi mettere l'acqua nel sottovaso) e tenere il vasetto privo di semi per 40 giorni. In pratica bisogna preparare il terreno prima della semina.
I vasetti e le piantine devono stare quanto più possibile sotto al sole e non deve mai mancare l'acqua nel sottovaso: se essa, com'è normale che sia, evapora, bisogna riportare il livello nel sottovaso a due cm.



Possiedo i semi della Dionea muscipula classica e della variante AKAI RYU (o Red Dragon): le differenze sono che la prima rimane verde, la seconda è completamente rossa ^^
Con l'acquisto di queste due varianti, mi hanno regalato anche i semi della Drosera Temperata: non mi piace granchè, ma ho deciso che merita anche lei il suo vasetto e il suo spazio nel mio balcone!



Infine, come se non bastasse, nelle lunghe ricerche per trovare la torba e la perlite, mi sono imbattuta nei semi di fragole, ma non fragoline di bosco piccoline piccoline, no! Bensì nei semi delle Fragole Quattro stagioni e il pensiero di avere fragole tutto l'anno o quasi (dubito che in inverno nascano solo per me...) mi ha rapita a tal punto che ho acquistato senza ragionare troppo, anche questi ^_^



Ieri alla Fiera Campionaria di Cagliari ho avuto altre tentazioni: ho trovato la piantina di fragole già pronta, una serie di Dioneae Muscipula belle verdi, vive e fresche, ed infine, ciò che mi tenta da tempo, la pianta dell'aria.

immagine dal web
fonte
[altri scatti e altri usi decorativi della pianta qui]

Si tratta di una pianta che non necessita di terra, lontana parente delle piante carnivore in quanto al centro può catturare anche insetti, è famosa per purificare l'aria. Molti la tengono per questo vicino al computer e altri ancora, nelle stanze in cui fumano (tanto che, se non erro, è detta anche la pianta del fumatore).
Penso che riandrò alla Fiera e stavolta, non so se riuscirò a non cedere alle verdi tentazioni ^^

Vi terrò aggiornate sullo stato di salute delle povere Dioneae adottate :)

5 commenti:

  1. E' meglio cosi' avere ingorgo creativo che niente ciao Giuliana

    RispondiElimina
  2. Sei un appassionata a quanto vedo. Anche mio figlio ama la Dionea Discipula. Pianta bellissima e utile. Complimenti. Facci sapere come va avanti la coltivazione. Un bacio

    RispondiElimina
  3. Per quanto riguarda l'affollamento di progetti nella mente e (ancora peggio) per la casa, non mi dici niente di nuovo, ma sulle piante carnivore, mi viene un dubbio, sei sicura che bastino i concimi, potresti provare con una bistecca , magari si riprendono.
    Scherzi a parte , sono curiosa di sapere se le fragole ti crescono, ma non le mettere vicine alle altre, non si sa mai!
    Maddalena

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco, a volte ci vorre bbe una giornata di 36 ore per fare tutto a dovere e come si vuole, bellissime le piante, si vede che sei appassionata!

    RispondiElimina
  5. cara shan
    grazie mille per essere passata dal mio blog e per le tue parole CARINISSIME :))) condivido l'ingorgo creativo :((( ahi ahi penso sia un problema comune per noi crafter mannaggia, troppe idee e poco tempo!
    complimenti cmq per tutte le tue creazioni, molto pretty! e anche per i tuoi pelosotti che sono adorabili!

    un abbraccio

    federica

    RispondiElimina